BIBLIOGRAFIA

V.D. Coke, The Painter and the Photograph, Albuquerque 1964; M. Amaya, Pop as Art. A Survey of the New Super-Realism, Londra 1965; N. Lyons, Toward a Social Landscape, New York 1966; American Painting. 1900-1970, New York 1970; L. Goodrich, Thomas Eakins, New York-Washington-Londra 1970; I. Mussa, L’Iperrealismo, in “Nuova Antologia”, 2064, dicembre 1972, pp. 593-600; D. Pollock, The Verist Sculptors: Two Interviews, in “Art in America”, 99, novembre-dicembre 1972; M. Valsecchi, A Parigi Iperrealismo e Astrazione assoluta, in “Il Giorno”, 24 dicembre 1972; M. Volpi Orlandini, Documenta Autobiografismo, trompe-l’oeil, concettualismo e violenza, in “Qui Arte Contemporanea”, 9, ottobre 1972, pp. 50-57; G. C. Argan, L’artistico e l’estetico, Introduzione al ciclo delle attività didattiche della Galleria nazionale d’arte moderna, Roma 1972-1973; D. Abadie, Don Eddy: Hyperréaliste américain (Parigi, Galerie André François Petit, 1973), Parigi 1973; V. Apuleo, Tra manifesto e illustrazione sino al rifiuto della scelta, in “La Voce Repubblicana”, 23-24 febbraio 1973; A. Bovi, Più brutto del brutto, in “Il Messaggero”, 13 febbraio 1973; G. Dalla Chiesa, Iperrealisti americani, in “Capitolium”, 2-3, febbraio-marzo 1973, p. 69; A. Del Guercio, Iperrealismo tra Pop e informale, in “Rinascita”, 23 febbraio 1973; G. Dorfles, Ultime tendenze nell’arte oggi. Dall’informale al Concettuale, in L’iperrealismo, Milano 1973; S. Giannattasio, Riproduce la vita di ogni giorno la nuova pittura americana, in “Avanti”, 8 febbraio 1973; J. Hart, A Hyperrealist’ U.S. tour at La Medusa, in “Daily American”, 8 febbraio 1973; Iperrealisti belgi (Milano, Rotonda della Besana, novembre 1973), Milano 1973; U. Kultermann, Nuove correnti realistiche, in “Qui Arte Contemporanea”, 10, febbraio 1973, pp. 39-41; J. Leering, Il realismo relativista, in “Qui Arte Contemporanea”, 10, febbraio 1973, pp. 43-48; C. Maltese, Per una semiologia dell’iconismo, in “Qui Arte Contemporanea”, 10, febbraio 1973, pp. 10-13; Id., L’iperrealismo, conferenza alla Galleria nazionale di arte moderna, Roma 10 giugno 1973; F. Menna, Paradosso dell’Iperrealismo, in “Il mattino”, 6 febbraio 1973; Id., Iperrealisti americani, in “Gazzetta di Modena e Gazzetta di Reggio”, 24 marzo 1973; D. Micacchi, La ricerca degli iperrealisti, in “L’Unità”, 12 febbraio 1973; D. Morosini, Iperrealisti U.S.A., in “Paese Sera”, 3 febbraio 1973; S. Orienti, Iperrealismo americano, in “Il Popolo”, 6 febbraio 1973; V. Rubiu, Il gusto controverso degli iperrealisti, in “Corriere della Sera”, 23 febbraio 1973; L. Trucchi, Iperrealisti americani alla Medusa, in “Momento Sera”, 9-10 febbraio 1973; J. van Der Marck, Il reale in trappola? Dalla scultura realista di George Segal alla scultura iperrealista di Duane Hanson e John de Andrea, in “Qui Arte Contemporanea”, 10, febbraio 1973, pp. 50-52; Iperrealisti Americani Realisti Europei (Milano, Rotonda della Besana, settembre-ottobre 1974), Milano 1974; I. Mussa, L’iperrealismo. Il vero più vero del vero, Roma 1974; M. Picone, Alcune opinioni sull’Iperrealismo, in “Op.Cit.”, maggio 1974, pp. 40-57; P. Plagens, Sunshine Muse. Contemporary Art on the West Coast, New York 1974; L. Shulman, Three Realists: Close, Estes, Raffael (Worcester, Worcester Art Museum, febbraioaprile 1974), Worcester (Massachusetts) 1974; M. Torrente, Note sull’Iperrealismo, in “Homo Nuova Scienza”, aprile 1974; Id., Note sull’Iperrealismo, in “Le Arti”, Milano 1974; D. Abadie, L’Hyperréalisme Américain, Parigi 1975; F. Menna, La linea analitica dell’arte moderna, Torino 1975; E. Lucie-Smith, Dall’espressionismo astratto all’iperrealismo, Milano-Tokyo 1976; P. Sager, Le Nuove Forme del Realismo, Milano 1976; E. Lucie-Smith, Super Realism, Oxford 1977; L. Alloway, Audrey Flack - Vanitas (New York, Louis K. Meisel Gallery), New York 1978; J. Canaday, Estes: The Urban Landscape (Boston, Museum of Fine Arts, maggio-agosto 1978), Boston 1978; S. P. Meisel, The Complete Guide to Photo-Realist Printmarking, New York 1978; D. B. Tuleles, Art and Automobile, New York 1978; C. Lindey, Superrealist Painting and Sculpture, New York 1980; W. Spurlock, Photo-Realist Painting in California: a Survey (Santa Barbara, Santa Barbara Museum of Art, aprilemaggio 1980), Santa Barbara (California) 1980; H. Hopkins, 50 West Coast Artists, San Francisco 1981; Real, Really Real, Superreal. Directions in Contemporary American Realism (San Antonio, Museum of Art, marzo 1981 - gennaio 1982), San Antonio (Texas) 1981; A. Veca, Vanitas. Il Simbolismo del Tempo (Bergamo, Galleria Lorenzelli, 1981), Bergamo 1981; R. L. T. Ptacek, Highway Culture Iconography in Pop Art and Superrealism, Santa Barbara CA 1982; B. Radde, The Real Thing. Southern California Realist Painting (Laguna Beach, Laguna Beach Museum of Art, aprilegiugno 1982), Laguna Beach (California) 1982; R. White, Robert Bechtle, Oakland 1982; T. Albright, Art in San Francisco Bay Area, 1945 to 1980, Berkeley-Los Angeles 1985; A. Glimcher, Chuck Close: Recent Work (New York, The Pace Gallery, 21 febbraio - 22 marzo 1986), New York 1986; S. Stich, Made in U.S.A.: an Americanization in Modern Art, the ‘50s & ‘60s, Los Angeles 1987; L. Chase, Ralph Goings: Essay and Interview, New York 1988; J. Ward, American Realist Painting, Londra 1989; Luciano Ventrone. Dentro la natura (Roma, Galleria Apollodoro, 1990), a cura di G. Massobrio Portoghesi, Roma 1990; American Scene Painting. California, 1930s & 1940s, a cura di R. L. Westphal e J. B. Dominik, San Francisco 1991; H. Geldzahler, Charles Bell. The Complete Works: 1970-90, New York 1991; T. A. Neff, Don Eddy: Worlds Within (New York, Nancy Hoffman Gallery, 1991), New York 1991; R. Cohen, Leigh Behnke (Washington, National Academy of Science, 1992), Washington 1992; J. Arthur, Richard Estes: Paintings and Prints, San Francisco 1993; S. Patterson, Whitney Museum of American Art, New York 1994; R. Leslie, Pop Art. A New Generation of Style, Londra 1997; Chuck Close (New York, Museum of Modern Art, febbraio-maggio 1998), New York 1998; D. Kuspit, A. Wallach, Reflections on Nature: Paintings by Joseph Raffael, New York 1998; L. Cempellin, Conversazioni con Don Eddy, Padova 2000; D. Kuspit, Don Eddy: the Art of Paradox, New York 2002; L. K. Meisel, Photorealism at the Millennium, New York 2002; Iperrealisti (Roma, Chiostro del Bramante, aprile-giugno 2003), a cura di L. K. Meisel, Roma 2003; P. Bonafoux, Moi! Autoritratti del XX secolo (Firenze, Uffizi, settembre 2004 - gennaio 2005), Firenze 2004; L. Cempellin, L’iperrealismo “fotografico” americano in pittura. Risonanze storiche nella East e nella West Coast, Padova 2004; K. Stremmel, Realismo, Colonia 2004; Realismo magico. Fantastico e iperrealismo nell’arte e nella letteratura latinoamericane, a cura di G. Mercurio, W. Becker, P. Sager, M. Sartor, Udine 2005; E. Dall’Ara, A. Bazzani, Giacomo Prati e l’Iperrealismo, Cesena 2006; R. Censi, Copie originali. Iperrealismi tra pittura e cinema, Monza 2014; P. Conte, In carne e cera. Estetica e fenomenologia dell’iperrealismo, Macerata 2014; Id., Unframing Aesthetics, Milano-Udine 2020.

IPERREALISMO
IPERREALISMO
Rodolfo Papa
Il rapporto delle arti visive con la riproduzione “fotografica” della realtà, e con la fotografia stessa, molto controverso e soggetto, nel corso del tempo ,a complici accostamenti come a ostili allontanamenti, trova un apice tra gli anni Sessanta e Settanta del Novecento con l’iperrealismo. Un movimento, o meglio una tendenza, multiforme, internazionale e duratura che vide (e vede ancora) molti pittori e scultori avvicinarsi con convinzione alla rappresentazione della realtà nella maniera più estrema possibile, reagendo così a tutte le tendenze astratte e informali che da decenni dominavano la scena. Proprio facendo della fotografia, o del calco, uno degli strumenti del proprio lavoro. Tra le personalità più in vista dell’iperrealismo citiamo Chuck Close, Duane Hanson, Gottfried Helnwein, Ron Mueck.