QUADRO CRONOLOGICO

AVVENIMENTI STORICI E ARTISTICI VITA DI KLEE
Quarta esposizione degli impressionisti a Parigi. Vaccino antirabbico di Pasteur e lampadina elettrica di Edison.
1879

Ernst Paul Klee nasce a Münchenbuchsee presso Berna il 18dicembre, da padre tedesco e madre svizzera, entrambi musicisti.

Nasce Robert Musil. Muore Gustave Flaubert.
1880
La famiglia si trasferisce a Berna, nella Langgasse.
Esposizione universale di Parigi. Rivolta dei boxers in Cina. Uccisione di Umberto I a Monza.
1900
È ammesso all’accademia a Monacoe segue il corso di Franzvon Stuck.
Morte della regina vittoria: Edoardo VII di Inghilterra.
1901
In autunno è in Italia.
Scontro navale russo-giapponese a Tsushima. Premio Nobel a Koch per la lotta alla TBC.
1905
Soggiorna a Parigi. Si fidanza ufficialmente con Lily Stumpf.
Mostra dei fauves a Parigi. Nasce a Dresda il gruppo Die Brücke. Evoluzione creatrice di Bergson.
1906 Il 15 settembre sposa, a Berna, Lilly Stumpf e si stabilisce a Monaco, dove espone le Invenzioni alla mostra internazionale della Secessione.
Picasso dipinge Les demoiselles d’Avignon, cruciale del cubismo.
1907
Nasce il figlio Felix, futuro pittore e regista teatrale.
Manifesto del futurismo a Parigi. Nobel a Marconi per il telegrafo senza fili.
1909
Espone due opere alla XIX rassegna Zeichnende Künste della Secessione di Berlino.
Rivoluzione in Messico. Pio X impone al clero il giuramento antimodernista.
1910
Prima personale, al Kunstmuseum di Berna. Kubin acquista in dicembre un suo disegno.
Morte a Venezia di Thomas Mann. Trattato di armonia di Arnold Schönberg. Esposizione internazionale di Roma. Guerra italo-turca.
1911
Visita di Kubin a Monaco. Inizia il catalogo sistematico delle proprie opere.
Naufragio del transatlantico Titanic. Guerra balcanica. Suffragio universale maschile in Italia.
1912 Partecipa, con diciassette opere, alla seconda mostra di Der Blaue Reiter.
Attentato di Sarajevo. Scoppia la prima guerra mondiale. Apertura del canale di Panama.
1914
Viaggio in Tunisia, con Macke e Moilliet. Mostra con Chagall a Berlino, in aprile.
Entrata in guerra dell’Italia.
1915
Incontra Rilke e Kandinskij.
Battaglie di Verdun e dell’Isonzo. Lega spartachista in Germania.
1916
È richiamato nell’esercito tedesco. Realizza solo 81 opere, prevalentemente acquerelli.
Rivoluzione in Russia. Intervento militare degli Stati Uniti. Sconfitta italiana a Caporetto. Van Doesburg fonda in Olanda la rivista “De Stijl”
1917

Mostre a Berlino, Zurigo e Monaco. Le sue quotazioni sono in aumento e riesce a vendere molte delle opere esposte. Nell’esercito, viene trasferito dal servizio attivo a quello d’ufficio.

Disfatta austriaca a Vittorio Veneto. Proclamazione della Repubblica in Austria e Germania. Muoiono Schiele, Moser, Klimt, Hodler, Otto Wagner.
1918
Scrive il saggio Graphik. Partecipa alla mostra inaugurale della Kunsthalle di Berna. A fine anno è congedato dall’esercito. Termina la stesura dei suoi Diari, iniziati nel1898 e pubblicati solo nel 1957.
Nasce la Società delle nazioni. Impresa italiana di Fiume. Tentativo di colpo di stato spartachista in Germania.
1919
Inizia a dipingere a olio. In giugno incontra i dadaisti Arp e Tzara. A Monaco, la Staatliche Graphische Sammlung di Hans Goltz acquista cinque Invenzioni.
Fondazione del partito comunista in Francia. Putsch di Kapp in Germania. Squadrismo fascista in Italia. A Ginevra, prima seduta della Società delle nazioni. In Svizzera con un referendum viene negato il diritto di voto alle donne.
1920
Goltz organizza una retrospettiva di 362 opere, la più importante fino a quel momento. Il 29 ottobre è chiamato da Gropius al Bauhaus di Weimar. In novembre firma il contratto. Zahn e Von Wedderkop pubblicano due monografie a lui dedicate. Pubblica Confessione creatrice, il primo fondamentale saggio della sua teoria dell’arte, scritto due anni prima.
Fondazione del partito comunista italiano. Sei personaggi in cerca d’autore di Pirandello. In Urss adozione della NEP.
1921
Inizia l’attività didattica al Bauhaus di Weimar in gennaio, insegnando teoria della forma. Personali a Berlino e Hannover. Esce la monografia di Wilhelm Hausenstein.
Marcia su Roma e governo Mussolini. Ulysses di Joyce. Conferenza internazionale di Genova per affrontare i gravi problemi economici internazionali.
1922
Insegna teoria del colore al Bauhaus, dove inizia a lavorare anche Kandinskij. Il Bauhaus organizza un congresso di dadaisti e costruttivisti.
Putsch di Monaco tentato da Hitler. Stabilizzazione valutaria in Germania con l’emissione del Rentenmark, garantito da un’ipoteca sulle risorse materiali del paese.
1923
Visita ad Hannover Schwitters e Lissitzky. Moholy-Nagy è chiamato al Bauhaus di Weimar. Personale alle Anderson Galleries di New York.
La corazzata Potëmkin di Eisenstein. Muore Lenin. Assassinio di Matteotti.
1924
Tiene in gennaio una conferenza sull’arte moderna al Kunstverein di Jena. In estate si reca in Sicilia. Breton lo cita nel primo Manifesto del surrealismo. Personale alla galleria Société Anonyme di New York.
In Germania, Hindenburg è eletto presidente della repubblica. Esposizione internazionale di arti decorative a Parigi.
1925
Il Bauhaus si trasferisce a Dessau. Vive a Dessau, in subaffitto, in casa di Kandinskij. La National galerie di Berlino acquista il suo primo dipinto. Partecipa alla rassegna di pittura surrealista della Galerie Pierre di Parigi.
La Germania è ammessa nella Società delle nazioni. Muore Rilke. In Giappone sale al trono Hirohito.
1926
In autunno visita la Toscana e Ravenna, riportando una forte suggestione dai suoi mosaici. In dicembre si inaugura la nuova sede del Bauhaus.
Alla ricerca del tempo perduto di Marcel Proust.
1927
Personali della galleria Thannhauser di Berlino e Vavin-Raspail di Parigi.
Formazione dell’armata rossa in Cina. Primo piano quinquennale in URSS. Stalin al potere.
1928
Viaggio in Egitto (che prosegue l’anno dopo) e vacanze estive in Bretagna. A Berlino incontra Nolde. Gropius, Breuer, Bayer e Moholy-Nagy si dimettono dal Bauhaus.
Crollo della borsa di New York.
1929
Prosegue l’attività didattica al Bauhaus. Si reca in Spagna. Numerose personali e collettive.
Guerra civile in Cina. Forte crescita del partito nazista in Germania. Uomo senza qualità di Robert Musil.
1930
Insegna al corso libero di pittura del Bauhaus, ma in settembre presenta le dimissioni, nonostante un sensibile aumento di stipendio. Personale al Museum of Modern Art di New York.
Costituzione repubblicana in Spagna: re Alfonso XIII lascia il paese. La Darmstädter und Nationalbank è la prima banca tedesca a sospendere i pagamenti.
1931
Viene sciolto il suo contratto con il Bauhaus. Si reca in Sicilia. Inizia il corso di tecnica pittorica presso l’Accademia di Düsseldorf. Personali a Düsseldorf, Berlino e Hannover.
Roosvelt è eletto presidente, negli Stati Uniti. In Germania è rieletto l’anziano Hindenburg. Il partito nazista diviene la maggiore forza politica tedesca.
1932
I nazisti chiudono il Bauhaus. Si reca in Italia, a Venezia e Padova. In ottobre visita a Zurigo una mostra dedicata a Picasso.
Hitler eletto cancelliere. Incendio del Reichstag. Leggi speciali in Germania e abrogazione della Costituzione repubblicana.
1933
I nazisti perquisiscono la sua casa a Dessau. Si trasferisce a Düsseldorf, ma è licenziato dall’accademia locale. Emigra in Svizzera e si stabilisce a Berna.
In Austria è ucciso il cancelliere Dollfuss. In Cina inizia la lunga marcia. In Francia nasce il Fronte popolare.
1934
Personale alla Galerie Simon di Parigi. Incontra Kirchner. Prima personale a Londra, alla Mayor Gallery.
Fermi realizza la fissione dell’atomo.
1935
Si manifestano i primi sintomi della sclerodermia, la malattia che lo condurrà alla morte.
Scoppia la guerra civile, spagnola. Olimpiadi di Berlino. Tempi moderni di Chaplin. In Italia Mussolini proclama l’impero.
1936
La sclerodermia lo costringe a ridurre la sua attività. In tutto l’anno realizza solo 25 opere. Personale al Wadsworth Athenaeum di Hartford (Stati Uniti).
Invasione giapponese della Cina. Muore Antonio Gramsci. Picasso dipinge Guernica. Film La grande illusione di Jean Renoir. Fondazione della National Gallery di Washington.
1937
A Berna, riceve la visita di Picasso, Braque, Kandinskij e Kirchner. Nonostante la malattia, realizza numerose opere (264). È incluso, con diciassette opere, nella celebre rassegna di “arte degenerata” organizzata dai nazisti. Ben centodue sue opere vengono fatte rimuovere dalle collezioni pubbliche tedesche.
Annessione tedesca dell’Austria. Patto di Monaco. Leggi antisemite in Italia. La Società delle nazioni dichiarala neutralità assoluta della Confederazione elvetica. Muore Kirchner.
1938
Dipinge un minor numero di opere privilegiando formati sempre maggiori. Partecipa alla grande rassegna sul Bauhaus al Museum of Modern Art di NewYork. Tre personali a New York: una alle Nierendorf Galleries e due alla Buchholz Gallery.
In Germania, Hindenburg è eletto presidente della repubblica. Esposizione internazionale di arti decorative a Parigi.
1925
Il Bauhaus si trasferisce a Dessau. Vive a Dessau, in subaffitto, in casa di Kandinskij. La National galerie di Berlino acquista il suo primo dipinto. Partecipa alla rassegna di pittura surrealista della Galerie Pierre di Parigi.
Francisco Franco entra trionfalmente a Barcellona. Patto d’acciaio italo-tedesco. L’Italia attacca l’Albania e la Germania invade la Polonia. Ha inizio il secondo conflitto mondiale. Trattato tedesco-sovietico.
1939
La sua attività artistica è incessante: produce 1.253 opere. Risultano inutili tutti gli sforzi di ottenere la cittadinanza svizzera. Numerose personali nel mondo anglosassone, tra cui una alla Nierendorf Gallerye una alla Neumann & Willard Gallery di New York.
Pace di Mosca tra URSS e Finlandia. Capitolazione di Olanda e Belgio. Conquista tedesca della Francia. Nasce la repubblica collaborazionista di Vichy. Attacchi italiani in Egitto.
1940
Personale alla Kunsthaus di Zurigo, dedicata a opere, in tutto duecentotredici, dell’ultimo quinquennio di attività. In primavera si aggrava e viene ricoverato in giugno a Locarno-Muralto, dove muore il 29 giugno.


Adamo e piccola Eva (1921); New York, Metropolitan Museum of Art.

KLEE
KLEE
Federica Pirani
La presente pubblicazione è dedicata a Paul Klee (1879-1940), uno dei protagonisti dell'arte del XX secolo. La formazione accademica a Monaco, l'adesione al gruppo ''Der blaue Reiter'', l'illuminante viaggio in Tunisia, l'esperienza didattica al Bauhaus, il drammatico periodo seguito alla condanna della sua arte da parte del regime nazista, l'isolamento in Svizzera: il dossier ripercorre in un'agile sintesi la storia artistica di Paul Klee, caratterizzata da un fecondo rapporto tra elaborazione teorica e prassi pittorica.