Quadro cronologico

AVVENIMENTI STORICI E ARTISTICI VITA DI MICHELANGELO

1475
Nasce a Caprese (Arezzo) il 6 marzo.
I genitori si trasferiscono presto a Firenze e Michelangelo viene messo a balia nella vicina Settignano.
A Firenze muore Lorenzo de’ Medici, il Magnifico. È eletto papa Alessandro VI (Borgia). Cristoforo Colombo scopre l’America. Muore Piero della Francesca.
1492
A questo periodo risalgono le prime opere: la Centauromachia, la Madonna della scala e il Crocifisso ligneo per la chiesa fiorentina di Santo Spirito.
Carlo VIII, re di Francia, rivendica il regno di Napoli, scende in Italia e attacca Firenze: Piero de’ Medici, cacciato dalla popolazione, è ospitato a Bologna dai Bentivoglio.
A Firenze è proclamata la Repubblica sotto la guida del frate domenicano Girolamo Savonarola.
1494
Su pressione di Alessandro VI, Savonarola viene processato e mandato al rogo in piazza della Signoria a Firenze, il 23 maggio.
A Roma muore Antonio Pollaiolo.
1498
Contratto con il cardinale francese Jean Bilhères per la Pietà di San Pietro in Vaticano, terminata l’anno successivo.
Luigi XII, re di Francia, sceso in Italia, fa sì che gli Sforza siano cacciati da Milano. Leonardo, dopo anni nel capoluogo lombardo, rientra a Firenze. Bramante è a Roma. Botticelli dipinge la Natività mistica.
1500 La Repubblica fiorentina gli affida l’esecuzione del David.
Prime opere di Raffaello a Città di Castello.
1501
Morte improvvisa di papa Alessandro VI. Breve pontificato di Pio III (Piccolomini); elezione di papa Giulio II (della Rovere). Crollo dello Stato creato in Italia centrale da Cesare Borgia, figlio di Alessandro VI.
1503
Raffaello si trasferisce a Firenze.
Con il trattato di Blois, la Spagna assume il diretto dominio del Regno di Napoli.
1504
Pier Soderini, gonfaloniere a vita della Repubblica fiorentina, gli commissiona la Battaglia di Cascina (Michelangelo ne eseguì solo il cartone, poi perduto) per il Salone dei cinquecento in Palazzo vecchio dove contemporaneamente era stato chiesto a Leonardo di dipingere sulla parete opposta la Battaglia di Anghiari (perduta).
Bramante inizia il tempietto di San Pietro in Montorio a Roma e il Cortile del belvedere in Vaticano.
1505
Tra quest’anno e il successivo, progetto per la tomba a quattro facciate di Giulio II.
Giulio II riconquista Bologna. A Roma viene scoperta la statua antica del Laocoonte. Bramante inizia la costruzione della nuova basilica di San Pietro in Vaticano.
1506
Progetto e modello per il ponte in Turchia. Secondo le cronache dell’epoca, Michelangelo (con Giuliano da Sangallo) è presente al ritrovamento, quest’anno, della statua antica del Laocoonte che non mancò di influenzare la sua arte.
Raffaello esegue la Deposizione Baglioni.
1507
Da quest’anno, progetti per il completamento del tamburo di Santa Maria del Fiore a Firenze.
Probabile esecuzione del dipinto con la Sacra famiglia, meglio noto come Tondo Doni.
Lega di Cambrai: contro Venezia si schierano Giulio II, Massimiliano d’Asburgo, Luigi XII e Ferdinando il Cattolico.
1508
Tra quest’anno e il 1512 realizza in Vaticano gli affreschi per la volta della Cappella sistina comprensivi dell’architettura dipinta.
Ritorno dei Medici a Firenze. Qui Fra Bartolomeo esegue il Matrimonio mistico di santa Caterina.
1512
Alla morte di Giulio II diventa papa Giovanni de’ Medici (figlio di Lorenzo il Magnifico), con il nome di Leone X. Leonardo è a Roma.
1513
Tra quest’anno e il 1542, progetti per la tomba parietale di Giulio II. Per questo stesso monumento funebre inizia in quest’anno il Mosè e i due Schiavi oggi al Louvre.
Muore Donato Bramante. Raffaello diventa architetto della Fabbrica di San Pietro: dipinge le Sibille (nella cappella Chigi in Santa Maria della Pace) e decora la Stanza vaticana dell’Incendio di Borgo.
1514
Tra quest’anno e il successivo, facciata per la cappella di Leone X in Castel Sant’Angelo a Roma.
Francesco I diventa re di Francia: vincendo a Marignano conquista Milano. Machiavelli scrive Il principe. Raffaello lavora ai cartoni per gli arazzi della Cappella sistina. Andrea del Sarto inizia le Storie del Battista nel Chiostro dello scalzo a Firenze.
1515

Morto Ferdinando il Cattolico, Carlo V d’Asburgo è re di Spagna.
1516
Attorno questa data, esegue a Firenze, dove è rientrato da Roma l’anno precedente e dove resterà fino al 1534 per poi tornare definitivamente nella città papale, copie e studi dei disegni del Codice Coner. Inizia quest’anno, e porta avanti fino al 1520, progetti e modello per la facciata della basilica fiorentina di San Lorenzo (che resta incompiuta).
Martin Lutero avvia in Germania la Riforma protestante. Raffaello e la sua bottega lavorano alla Loggia di Psiche (Farnesina, Roma) e alle Logge vaticane. Leonardo va in Francia.
1517
Verso quest’anno progetta le finestre “inginocchiate” di palazzo Medici a Firenze.
Carlo V d’Asburgo è imperatore del Sacro romano impero. Muore Leonardo ad Amboise. A Parma Correggio dipinge la Camera della badessa (convento di San Paolo).
Pontormo inizia gli affreschi della villa medicea di Poggio a Caiano (Prato).
1519
Tra quest’anno e il 1534 lavora alla Sagrestia nuova della chiesa di San Lorenzo, destinata ad accogliere le Tombe medicee.
Lavora al ricetto della Biblioteca medicea laurenziana (1524-1559) e alla sala di lettura della stessa biblioteca (1524-1534).
Morto Adriano VI, è papa Clemente VII (Giuliano de’ Medici). Pontormo dipinge le Storie della Passione (Certosa del Galluzzo, Firenze).
1523

Giulio Romano è a Mantova al servizio di Federico Gonzaga. Sempre a Mantova iniziano i lavori per palazzo Te. Parmigianino è a Roma.
1524
Progetti per la “libreria segreta” della Biblioteca medicea laurenziana (fino al 1526, quando inizia la tomba di Giuliano de’ Medici, duca di Nemours, con le sculture del defunto, della Notte e del Giorno).
Inizia i lavori per la tomba di Lorenzo de’ Medici, duca di Urbino, con le statue del defunto, del Crepuscolo e dell’Aurora.
Francesco I di Francia è sconfitto a Pavia da Carlo V. Pontormo inizia gli affreschi in Santa Felicita a Firenze.
1525
Lega di Cognac (Francia, papato, Firenze, Milano) contro Carlo V. Deposizione di Santa Felicita di Pontormo.
1526
Sacco di Roma da parte dei lanzichenecchi imperiali. A Firenze, i Medici sono nuovamente cacciati e viene proclamata la Repubblica.
1527

1529
Tra quest’anno e il seguente progetta fortificazioni in difesa di Firenze assediata dall’esercito imperiale di Carlo V.
Clemente VII a Bologna incorona Carlo V imperatore e re d’Italia, che promette il ritorno dei Medici a Firenze. Assedio di Firenze da parte degli imperiali di Carlo V.
1530
Caduta la Repubblica, Alessandro de’ Medici rientra a Firenze.
1531
Tra quest’anno e il successivo, progetta la Tribuna delle reliquie di San Lorenzo.
Morto Clemente VII, gli succede Paolo III (Alessandro Farnese). Ignazio di Loyola fonda la Compagnia di Gesù.
1534

1536
Inizia il Giudizio universale sulla parete di fondo della Cappella sistina, portato a termine nel 1541.

1539
Tra quest’anno e il 1564 progetta la piazza del Campidoglio a Roma.
Benvenuto Cellini lavora in Francia al servizio di Francesco I.
1540
Contratto per la Deposizione (Trinità dei Monti) a Daniele da Volterra.
1541

A Roma viene istituito il Santo Uffizio. Muore il cardinale “riformista” Contarini.
1542
È convocato il Concilio di Trento: inizio della Controriforma cattolica.
1545
Sistemazione della tomba parietale di Giulio II nella chiesa romana di San Pietro in Vincoli.
Muore Antonio da Sangallo il Giovane. A Mantova muore Giulio Romano. Vasari affresca la Sala dei cento giorni (palazzo della Cancelleria a Roma). Muore Martin Lutero.
1546
Tra quest’anno e il 1549 è impegnato nel completamento di palazzo Farnese a Roma. Sempre a partire da quest’anno, e fino al 1564, lavora alla sistemazione della basilica di San Pietro in Vaticano.
Enrico II è re di Francia. Carlo V sconfigge la lega dei prìncipi protestanti. Tintoretto dipinge l’Ultima cena.
1547
Inizia la Pietà Bandini.
Morto Paolo III, è eletto papa Giulio III. Prima edizione delle Vite di Giorgio Vasari.
1550
Conclude gli affreschi della Cappella paolina in Vaticano.
Enrico II di Francia, alleato con i prìncipi protestanti, entra in guerra contro Carlo V.
1552
Probabile inizio della Pietà Rondanini, poi rilavorata dal 1555 circa al 1564. È la sua ultima scultura.
Si conclude il Concilio di Trento.
1553

Pace di Augusta: Carlo V abdica. Muore Giulio III: gli succede Paolo IV (Gio van Pietro Carafa).
1555

Elisabetta I è incoronata regina d’Inghilterra.
1558
Muore Paolo IV, gli succede Pio IV, zio di Carlo Borromeo.
1559
Tra quest’anno e il successivo, progetti e modello per la chiesa di San Giovanni dei Fiorentini a Roma.

1560
Tra quest’anno e il 1564 progetta la cappella Sforza in Santa Maria Maggiore a Roma.

1561
Tra quest’anno e il 1564, a Roma, lavora alla risistemazione della basilica di Santa Maria degli Angeli e realizza Porta pia.
Il 31 gennaio è fondata a Firenze l’Accademia del disegno.
1563

1564
Muore a Roma il 18 febbraio.
Daniele da Volterra, soprannominato Il Braghettone, è incaricato di ricoprire le parti del Giudizio universale considerate oscene dalla congregazione del Concilio di Trento.

MICHELANGELO - L'ARCHITETTURA
MICHELANGELO - L'ARCHITETTURA
Adriano Marinazzo
Michelangelo Buonarroti (Caprese 1475 - Roma 1564) è celebrato universalmentecome scultore e pittore, ma la mole e l’importanza delle sue opere di architetturaè altrettanto straordinaria, anche se lui stesso non si considerava “architettore”.Le tre attività, per lui, erano strettamente legate fra loro dalla comune dipendenzadalla centralità della figura umana. È seguendo questa visione antropocentricache organizza tutti i suoi lavori. Il suo immenso talento lo condusse a lavorareper cinque papi, per Cosimo dei Medici e per la Repubblica fiorentina. In questodossier ripercorriamo le vicende costruttive di capolavori notissimi e meno noti,dalle finestre di palazzo Medici al progetto per un ponte in Turchia, dal tamburoper la cupola di Brunelleschi alla Biblioteca laurenziana, dal cantiere di San Pietroe alla sua cupola al Campidoglio.