BIBLIOGRAFIA

Cataloghi di mostre: Carpaccio, Bellini, Tura, Antonello e altri restauri quattrocenteschi della Pinacoteca del Museo Correr (Venezia, Museo Correr, 26 marzo-24 maggio 1993), a cura di A. Dorigato, Milano 1993; Tiziano. Amor Sacro e Amor Profano (Roma, Palazzo delle esposizioni, 22 marzo-22 maggio 1995), Milano 1995; Il Rinascimento a Venezia e la pittura del Nord ai tempi di Bellini, Dürer, Tiziano (Venezia, palazzo Grassi, 5 settembre 1999- 9 gennaio 2000), a cura di B. Aikema, B. L. Brown, G. Nepi Scirè, Milano 1999; Giorgione. Le maraviglie dell’arte (Venezia, Gallerie dell’Accademia, 1 novembre 2003-22 febbraio 2004), a cura di G. Nepi Scirè e S. Rossi, Venezia 2003; Tiziano (Madrid, Museo del Prado, 10 giugno-7 settembre 2003), Madrid 2003; Bellini, Giorgione, Titian and the Renaissance of Venetian Painting (Washington, National Gallery of Art, 18 giugno-17 settembre 2006; Vienna, Kunsthistorisches Museum, 17 ottobre 2006-7 gennaio 2007), New Haven & Londra 2006; Tiziano. L’ultimo atto (Belluno - Pieve di Cadore, 15 settembre 2007-6 gennaio 2008), a cura di L. Puppi, Milano 2007; L’ultimo Tiziano e la sensualità della pittura (Venezia, Gallerie dell’Accademia, 1 febbraio-21 aprile 2008), a cura di S. Ferino-Pagden, Venezia 2008; Lorenzo Lotto: Retratos (Madrid, Museo Nacional del Prado, 19 giugno-30 settembre 2018; Londra, National Gallery, 5 novembre 2018-10 febbraio 2019), a cura di E. M. Dal Pozzolo e M. Falomir, con la collaborazione di M. Wivel, Madrid 2018;Titian: Love, Desire, Death (Londra, National Gallery; Edimburgo, National Gallery of Scotland, 2020); Titian: Women, Myth and Power (Boston, Isabella Stewart Gardner Museum, 2020-2021), a cura di M. Wivel (con date più volte modificate per le vicende della pandemia), Londra 2021; Tizians Frauenbild. Schönheit - Liebe - Poesie (Vienna, Kunsthistorisches Museum, 5 ottobre 2021-16 gennaio 2022), idea e concezione di S. FerinoPagden, a cura di S. Ferino-Pagden, F. Del Torre Scheuch e W. Deiters, Milano 2021 (anche in inglese: Titian’s Vision of Women. Beauty - Love - Poetry); Tiziano e l’immagine della donna nel Cinquecento veneziano (Milano, Palazzo reale, 23 febbraio-5 giugno 2022), a cura di S. Ferino-Pagden, Milano 2022.


Ratto di Europa (1559-1562), particolare; Boston, Isabella Stewart Gardner Museum.

Altri studi: A. Gentili, Lorenzo Lotto e il ritratto cittadino: Leonino e Lucina Brembate, in Il ritratto e la memoria. Materiali 1, a cura di A. Gentili, Roma 1989, pp. 155-181; H. Economopoulos, Considerazioni su ruoli dimenticati: gli “Amanti” di Paris Bordon e la figura del compare dell’anello, in “Venezia Cinquecento”, II/3, 1992, pp. 99-123; E. Panofsky, Tiziano. Problemi di iconografia, Venezia 1992; F. Polignano, Ritratto e sistema simbolico nelle Dame di Vittore Carpaccio, in Il ritratto e la memoria, Materiali 3, a cura di A. Gentili, Ph. Morel, C. Cieri Via, Roma 1993, pp. 229-251; A. Gentili, Da Tiziano a Tiziano. Mito e allegoria nella cultura veneziana del Cinquecento, rist. Roma 1996; R. Goffen, Titian’s Women, New Haven & Londra 1997; M. Mancini, Tiziano e le corti d’Asburgo nei documenti degli archivi spagnoli, Venezia 1998; K. Hosono, Il “Ratto di Europa” di Tiziano: il significato politico e le fonti figurative, in “Venezia Cinquecento”, XIII/25, 2003, pp. 153-181; Ead., “Venere e Adone” di Tiziano: la scelta del soggetto e le sue fonti, in “Venezia Cinquecento”, XIII/26, 2003, pp.111-162; Ead., “Perseo e Andromeda” di Tiziano: il contesto, il soggetto, le fonti, in “Venezia Cinquecento”, XIV/27, 2004, p. 35-122; Th. Puttfarken, Titian and Tragic Painting, New Haven & Londra 2005; A. Gentili, Giorgione e la vecchia nutrice, in L’attenzione e la critica. Scritti di storia dell’arte in memoria di Terisio Pignatti, a cura di M. A. Chiari Moretto Wiel e A. Gentili, Padova 2008, pp. 97-100; E. M. Dal Pozzolo, Colori d’amore. Parole, gesti e carezze nella pittura veneziana del Cinquecento, Treviso 2008; J. Koering, Titien sculpteur? in “Venezia Cinquecento”, XVIII/36, 2008, pp. 177-196; K. Hosono, “Tarquinio e Lucrezia” di Tiziano come strumento diplomatico, in “Venezia Cinquecento”, XIX/38, 2009, pp. 143-167; E. M. Dal Pozzolo, Giorgione, Milano 2009; Tiziano, L’epistolario, a cura di L. Puppi, Firenze 2012; A. Gentili, Tiziano, Milano 2012; R. Lauber, “Spectator novus”: la saggezza nello sguardo, in Le Trame di Giorgione, a cura di D. Dal Pos, Castelfranco Veneto 2017, pp. 320-323.


TIZIANO. LE DONNE
TIZIANO. LE DONNE
Augusto Gentili
Nella pittura veneta del Cinquecento l’immagine femminile è particolarmente presente, e con caratteri che la differenziano dal resto della produzione artistica europea del tempo.   Il nostro dossier indaga – oltre al contesto sociale della città – le implicazioni simboliche connessa alla figura femminilenella pittura di Tiziano, soprattutto – capace di interpretare una sorta di nuovo canone di bellezza –, ma anche in Giorgione e negli altri protagonisti della cultura del periodo. L’indagine è sulla rappresentazione del femminile come indizio di una mentalità, nel secoloin cui le prime artiste iniziano ad affacciarsi sulla scena pubblica con qualche successo.